fbpx

La vita ha bisogno dei Sottotitoli de Il corpo docenti

Dopo un disco uscito a gennaio 2020, Povere bestie, il rock de Il corpo docenti è tornato su tutte le piattaforme con Sottotitoli.

Il loro è un rock dritto e sincero, di quello tipicamente italiano a cui appartengono band come Fast Animals and Slow Kids e Ministri – dei quali sono sicuramente debitori. Messa da parte l’angst e la frustrazione, i ragazzi de Il corpo docenti con Sottotitoli decidono di farsi un po’ più introspettivi, cercando di mettere a nudo le difficoltà comunicative dei tempi moderni.

Il brano

I Sottotitoli come meccanismo comunicativo e difensivo allora, in grado di rendere tutto immediatamente chiaro, con l’amaro di non poter più lasciare nulla al caso. Comunque, una richiesta d’aiuto che arriva dal fondo dell’anima della band milanese, che non vuole soltanto dare sfogo alla propria inquietudine, ma dare e darsi la possibilità di ottenere sempre qualcosa di nuovo.

Il ritorno in grande sulle scene era dovuto per annunciare il nuovo singolo. Ecco allora il trio milanese pronto a scuotere le fondamenta di casa, proprio nel capoluogo lombardo, all’Arci Bellezza, dopo aver calcato già tempo fa palchi importanti come quello dell’Alcatraz in apertura a una band storica come i Punkreas.

La band

Nella primavera del 2017 Lorenzo, Federico e Luca decidono di dare il via a un progetto che porterà alla nascita di Scivoli, il loro primo EP, prodotto e registrato da Michele Marelli (già alle spalle di Mahmood e Bugo). Dal 2019 cominciano la collaborazione con Davide Divi Autelitano, voce dei Ministri, prima di approdare alla corte di Andrea De Bernardi per la creazione del loro primo album.

 

 

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

I più letti